Dieta per la tigna

Nonostante il suo nome, la tigna non è causata da un verme o da un altro parassita, ma è causata da un’infezione fungina. È caratterizzato da macchie rosse e circolari sulla pelle, e può causare prurito, vesciche e patch temporanee calde. Sebbene la dieta non possa curare la tigna o sostituire il trattamento medico, alcuni alimenti possono aiutare a trattare o prevenire questa condizione. Verificare con il proprio medico prima di cambiare la vostra dieta per affrontare la tigna.

La vitamina A può contribuire a rafforzare la funzione del sistema immunitario, aiutando il corpo a produrre leucociti che attaccano e distruggono i funghi nel tuo corpo, secondo il consulente nutrizionale certificato Phyllis Balch, autore di “Prescrizione per la guarigione nutrizionale”. Questo può aiutare a eliminare i funghi della pelle che contribuiscono alla tumefazione. La vitamina A è anche necessaria per la riparazione dei tessuti cutanei, che possono aiutare a prevenire la cicatrizzazione come la pelle guarisce. La vitamina A si trova in fegato di manzo e pesce, uova e prodotti lattiero-caseari. Il tuo corpo può anche produrre vitamina A dai carotenoidi, in particolare beta-carotene, che si trova nelle carote, nel cavolo, nelle albicocche, nei verdure di senape, nel prezzemolo, nello spinaci e nei peperoncini.

Aggiungere aglio fresco a piatti principali, come casseruola, curry, zuppe, pasta e piatti a base di frittura, oppure a verdure a vapore o oli per immersione per pane. Allicin, una sostanza chimica trovata in spicchi d’aglio freschi, può offrire benefici antifungini, secondo Michael Castleman, autore di “The New Herbs”. Parlate con il medico se intendete utilizzare l’aglio per trattare o prevenire la tigna. Questo alimento può incoraggiare il tonificamento del sangue.

Come la vitamina A, la vitamina E è un potenziatore naturale del sistema immunitario che può aiutare il vostro corpo a combattere i funghi che causano anemoni, secondo Balch. La vitamina E svolge anche un ruolo nella produzione di tessuti cutanei, riducendo potenzialmente la cicatrizzazione causata da focolai di squame. Olio e semi di girasole, uova, nocciole, lenticchie, spinaci, mandorle, semi di sesamo e pane integrale sono abbondanti fonti di vitamina E naturale.

Il chiodo di garofano è una spezia pungente, leggermente dolce che viene comunemente usato per sapore piatti indiani e piatti a base di piatti asiatici. I guaritori cinesi hanno usato questa spezia per scopi medicinali per più di 2.000 anni, secondo Castleman. Eugenolo, il composto chimico attivo nei germogli di chiodi di garofano, può aiutare a distruggere i funghi che causano la tigna. Consultare il proprio medico prima di aggiungere spicchi alla vostra dieta per affrontare o prevenire la tigna. Sebbene gli effetti collaterali siano rari, il chiodo di garofano può causare diarrea.

Vitamine A-Rich Foods

aglio

Vitamine E-Rich Foods

Chiodo di garofano