Caffeina causa coaguli di sangue?

La caffeina, nelle sue varie forme, è una delle droghe e degli additivi alimentari più diffusi nel mondo, con circa il 90 per cento delle persone che lo ingeriscono in una forma o nell’altra, secondo la Food and Drug Administration USA. Si verifica naturalmente in più di 60 piante, come chicchi di caffè e foglie di tè, e viene spesso aggiunto agli alimenti, alle bevande e ai medicinali. A partire dall’agosto 2011 è attualmente in fase di esame un legame tra caffeina e coaguli di sangue, a causa dell’effetto del sangue e della frequenza cardiaca.

Cosa fa la caffeina?

La caffeina stimola il sistema nervoso centrale, che colpisce il cervello e il midollo spinale, spiega l’Organizzazione internazionale del caffè. Ogni individuo ha una reazione diversa rispetto alla caffeina, ma in genere l’effetto principale è il miglioramento della vigilanza. Contribuisce a contrastare la fatica e migliora le prestazioni mentali. Tuttavia, la caffeina può anche avere effetti collaterali negativi in ​​individui sensibili, come l’aritmia del cuore, mal di testa e disidratazione. Può anche ritardare l’insorgenza del sonno e ridurre il tempo di sonno e portare ad ansietà, nervosismo e irritabilità.

Effetti sull’alta pressione sanguigna

La caffeina può avere un effetto significativo ma temporaneo sulla pressione sanguigna, come ha rilevato uno studio del 2000 nella rivista “Hypertension” dell’American Heart Association. Dopo aver testato gli uomini con e senza l’ipertensione esistente, i ricercatori hanno scoperto che la pressione sanguigna in tutti i gruppi è stata sollevata dopo l’ingestione della caffeina. Tuttavia, l’effetto era molto più elevato negli uomini che avevano già diagnosticato l’alta pressione sanguigna, con un cambiamento post-caffeina 1,5 volte maggiore rispetto a quelli con pressione sanguigna ottimale. Questo cambiamento, anche se temporaneo, può già essere sufficiente per causare danni alle arterie. Gli individui con ipertensione dovrebbero limitare il loro consumo di caffeina.

Effetti sui coaguli di sangue

Il caffè può avere un effetto indiretto sulla formazione di coaguli di sangue, secondo uno studio del 2008 pubblicato nel “British Journal of Nutrition”. Il gruppo di ricerca ha scoperto che il caffè inibisce l’aggregazione delle piastrine, le componenti colorate e irregolari del sangue che si uniscono per creare grappoli. I coaguli che formano all’interno dei vasi sanguigni possono portare ad ictus e malattie cardiovascolari. Tuttavia, è importante notare che non è la caffeina stessa che aiuta a prevenire i coaguli di sangue, ma le proprietà antiossidanti benefiche offerte dai composti polifenolici presenti all’interno del caffè.

Fattori che promuovono i coaguli del sangue

Mentre la caffeina stessa non promuove la formazione di coaguli di sangue, non sembra offrire alcun vantaggio notevole per il loro trattamento. Tuttavia, diversi altri fattori possono aumentare il rischio di trombosi e ictus, osserva la World Heart Federation. Questi includono l’aterosclerosi, l’ipertensione, i danni ai vasi sanguigni a causa di lesioni fisiche, infiammazioni o radiazioni, essendo più di 10 kg di peso eccessivo, di inattività fisica, di fumo, di immobilità e di utilizzo di pillole contraccettive o di farmaci di sostituzione di estrogeni.