Aceto di sidro di mele sblocca i tubi fallopiani?

Il blocco del tubo fallopiano può impedire a una donna di rimanere incinta e costituisce una causa principale di infertilità. Uno speciale raggi X chiamato un isterosalpingogramma viene utilizzato per guardare dentro l’utero e tubi fallopiani per aiutare a identificare un blocco. I sostenitori sostengono che l’aceto di sidro di mele è una cura, tutto per una serie di condizioni, inclusi i tubi fallopiani bloccati. I dati clinici a sostegno di questa affermazione mancano. Parlare con il medico prima di provare l’aceto di sidro di mele.

Ruolo

I tubi fallopiani servono come modalità primaria di trasporto per le uova mature. Se uno dei tuoi tubi fallopiani è bloccato, potresti ancora essere in grado di rimanere incinta. Tuttavia, il blocco di entrambi i tubi fallopiani impedisce la fecondazione. Malattia infiammatoria pelvica, o PID, è una causa comune di ostruzione del tubo fallopiano. In alcuni casi, il blocco del tubo fallopiano può causare dolori addominali. Nella maggior parte dei casi, non sono presenti sintomi.

ACV

L’aceto di sidro di mele, o ACV, è un prodotto della fermentazione che si traduce in lieviti e batteri benefici. Inoltre, ACV contiene un certo numero di vitamine e minerali tra cui il magnesio, il potassio, il rame, le vitamine B e la vitamina C. I sostenitori sostengono che ACV assunto ogni giorno può aiutare a sbloccare i tubi fallopiani bilanciando gli ormoni e riducendo i fibromidi. Non esiste alcuna ricerca per dimostrare che ACV può trattare o curare qualsiasi condizione.

Procedura

ACV è un rimedio alternativo onorato, secondo Patricia Bragg, autore di “Aceto di sidro di Apple: Miracle Health System”. Per problemi di fertilità, l’ACV è tipicamente preso tre volte al giorno. Un metodo comune è quello di mettere 2 cucchiai di ACV in 4 o 6 once d’acqua, spiega Bragg. È possibile aggiungere un tocco di miele o melassa per addolcire la miscela. Puoi bere subito la miscela o sorseggiarla per un periodo di 30 minuti.

considerazioni

La chirurgia è uno dei trattamenti primari per i tubi fallopiani bloccati. Alcune donne utilizzano ACV come un’alternativa all’intervento chirurgico. Poiché manca la ricerca che dimostra la sicurezza e l’efficacia dell’utilizzo di ACV per sbloccare i tubi fallopi, si potrebbe desiderare di provare un’altra alternativa. Uno studio pubblicato nel numero di gennaio 2008 della rivista “Alternative Therapies in Health and Medicine” afferma che la terapia fisica pelvica raggiunge un tasso di successo del 61% in apertura di tubi fallopiani bloccati. La terapia fisica pelvica è un massaggio speciale usato per trattare l’infertilità.