Tossicità digoxina e potassio

La digossina è un medicinale usato per trattare determinate condizioni del cuore. Può essere usato per trattare l’insufficienza cardiaca congestizia, una condizione in cui il muscolo cardiaco è debole e incapace di pompare efficacemente il sangue al resto del corpo. La digossina può essere utilizzata anche per il trattamento di tachiaritmie o ritmi cardiaci anomali che rendono il cuore più veloce del solito. Il potassio, un importante elettrolito coinvolto nel ritmo cardiaco, può influenzare i livelli di digossina nel flusso sanguigno e provocare tossicità.

Meccanismo di azione

La digossina funziona rallentando il movimento di sodio e potassio che scorre dentro e fuori dalle cellule del cuore. Secondo il sito web DailyMed della National Library of Medicine, ciò provoca un aumento degli ioni di calcio all’interno delle cellule, con conseguente rafforzamento del muscolo cardiaco e migliorando la sua capacità di pompare il sangue. Digoxin rallenta anche i segnali elettrici che controllano la frequenza cardiaca. Ciò comporta una diminuzione della frequenza cardiaca nei pazienti con tachiaritmie.

Le cause

La tossicità di digossina può risultare quando la persona sta assumendo anche diuretici per controllare l’alta pressione sanguigna. I diuretici diminuiscono la pressione sanguigna aumentando l’escrezione del fluido nell’urina. Alcuni diuretici fanno questo aumentando l’escrezione del potassio nelle urine. I bassi livelli di potassio possono quindi aumentare i livelli di digossina nel flusso sanguigno, con conseguente tossicità significativa. Altre cause di tossicità includono l’eccesso di ingestione o sovradosaggio delle compresse di digossina.

Sintomi

I sintomi iniziali della tossicità digossina includono confusione, perdita di appetito, nausea e vomito e impulso irregolare. Secondo Medline Plus, altri sintomi specifici della tossicità digossina includono modifiche visive – ad esempio, macchie cieche, visione sfocata, cambiamenti nella percezione del colore e vedute macchie luminose o aloni intorno agli oggetti. Una persona che soffre di tossicità digossina ha anche difficoltà a respirare, aumento della sudorazione e diminuzione della coscienza. Possono anche verificarsi ritmi cardiaci anormali potenzialmente fatali, o aritmie.

Trattamento

Una reazione alla tossicità di digossina è un’emergenza medica. Il trattamento comprende l’assistenza alla respirazione, il mantenimento di una via aerea e il fatto che il cuore continua a pompare sangue ai tessuti. La normalizzazione dei livelli di elettroliti, ad esempio basso contenuto di potassio, aiuta a stabilizzare il paziente. Il farmaco che è un antidoto alla tossicità digossina può essere utilizzato per rimuovere digoxina in eccesso dal corpo.