Coq10 e fertilità

CoQ10 o Co-enzima Q 10, un composto normalmente prodotto nel corpo, diminuisce nella produzione come la gente di età e in alcune condizioni mediche. CoQ10 sta prendendo pressione nel mondo della fertilità come un modo per migliorare la fertilità sia negli uomini che nelle donne. L’interesse si è concentrato principalmente su donne anziane o donne con scarsa qualità dell’uovo. CoQ10 può anche contribuire a migliorare il numero degli spermatozoi, ma sono necessari ulteriori studi, afferma la Clinica Mayo. Non prenda CoQ10 supplementi senza l’approvazione del medico, in quanto il supplemento ha effetti collaterali e può interagire con alcuni farmaci da prescrizione.

CoQ10 si trova nei mitocondri, la parte della cellula che produce energia e svolge una parte nella produzione di ATP, la principale fonte di energia della cella. Secondo gli istituti nazionali di salute degli Stati Uniti, le uova umane dipendono dai mitocondri come loro unica fonte di energia. I mitocondri nelle uova si deteriorano quando le donne invecchiano, con conseguente diminuzione della produzione energetica. Poiché la produzione di un uovo maturo e lo sviluppo normale degli embrioni normali richiedono grandi quantità di energia, le anomalie cromosomiche e la qualità delle uova povere aumentano come le donne invecchiano. Nello sperma, l’aumento del CoQ10 può migliorare la motilità del seme, che aumenterebbe i tassi di fertilità, afferma l’Università di Maryland Medical Center. CoQ10 agisce anche come antiossidante, rimuovendo i radicali liberi, sostanze che possono danneggiare le cellule.

Uno studio condotto da ricercatori dell’Università Politecnico di Marche ha riportato l’uso di CoQ10 negli uomini con bassi livelli di spermatozoi e motilità a causa della sterilità idiopatica nel maggio 2009 “Fertilità e sterilità”. Lo studio ha trovato una correlazione diretta tra i due parametri e la concentrazione di CoQ10 nel liquido seminale, ha affermato Giancarlo Balercia, M.D. Gli uomini trattati con 200 mg di CoQ10 per sei mesi hanno avuto un aumento dei livelli del composto nel seme, nonché una maggiore motilità spermatica. Gli uomini con i livelli iniziali più bassi di CoQ10 e la peggiore motilità spermatica hanno mostrato il miglior miglioramento.

Uno studio riportato nel settembre 2009 di “Fertilità e Sterilità” da parte dei ricercatori del Centro di Toronto per la Tecnologia Riproduttiva avanzata ha esaminato il ruolo di CoQ10 nel miglioramento della qualità dell’uovo nei topi femminili. I vecchi topi sono stati somministrati CoQ10, resveratrolo o acido lipoico R-alfa, le ultime due sostanze note per beneficiare di mitocondri. I topi giovani hanno ricevuto placebo. L’autore principale Eliezer Burstein, M.D., un esperto di endocrinologia riproduttiva, ha concluso che l’integrazione con CoQ10 ha aumentato il numero di uova ovulate e la funzione mitocondriale solo nei vecchi topi somministrati CoQ10.

I dati di ricerca sui benefici di CoQ10 nel trattamento dell’infertilità sono abbastanza limitati. Negli uomini, il CoQ10 è stato testato solo nei soggetti con problemi idiopatici dello sperma, o diminuito conteggio degli spermatozoi e motilità da causa sconosciuta. Il numero di spermatozoi diminuito e la motilità derivano da una serie di cause che potrebbero non essere aiutate da questo trattamento. Nelle donne, l’unico studio che ha mostrato benefici fino ad ora è stato uno studio sugli animali, i risultati degli studi sugli animali non possono essere sostenuti negli esseri umani. Il Centro di Toronto per la Tecnologia Riproduttiva avanzata insieme a Ferring Pharmaceuticals ha sponsorizzato uno studio umano di 100 donne di età compresa tra 38 e 43, purtroppo terminate a causa di bassi numeri di reclutamento.

Meccanismo

Studi sulla fertilità maschile

Studi sulla fertilità femminile

preoccupazioni