Estrogeno e colesterolo alto

Sia le donne che gli uomini possono soffrire di livelli elevati di colesterolo che influenzano significativamente le malattie cardiovascolari, i colpi e gli attacchi cardiaci. Tuttavia, le donne hanno un meccanismo protettivo nei loro corpi dall’estrogeno dell’ormone che rimane in vigore durante i loro anni di maternità. Tuttavia, una volta che la perimenopausa e la menopausa sono arrivati, l’effetto protettivo dell’estrogeno diminuisce.

L’estrogeno è un importante ormone sessuale femminile che viene prodotto nelle ovaie. Mentre le donne si affidano alla produzione di estrogeni per equilibrare i loro organi riproduttivi, l’estrogeno è anche prodotto in quantità minori negli uomini, secondo MayoClinic.com. Ci sono i recettori degli estrogeni nelle cellule del cervello, dell’osso, dei vasi sanguigni, del fegato e del tratto riproduttivo di uomini e donne. Tuttavia, le donne producono molto più estrogeni nei loro corpi che gli uomini e il ruolo principale che l’estrogeno svolge è nel sostegno della gravidanza.

Il colesterolo è una sostanza waxy che viene prodotta dal fegato e ingerita anche con alcuni alimenti, secondo KidsHealth. Il colesterolo è richiesto dal corpo per rendere la vitamina D dopo che la pelle è esposta alla luce UV dal sole e per produrre alcuni ormoni, costruire pareti cellulari e aiutarti a digerire i grassi. Il tuo fegato produce abbastanza colesterolo per soddisfare ogni giorno le esigenze del tuo corpo. Il colesterolo si trova anche negli alimenti che provengono da fonti di origine animale, come carne, uova e prodotti lattiero-caseari interi. Alti livelli di colesterolo nel flusso sanguigno possono aumentare il rischio di malattia coronarica, malattie cardiovascolari, ictus e attacco cardiaco. Alcuni dei fattori che portano al colesterolo alto sono l’obesità, il sesso, l’ereditarietà, la dieta e l’età.

I medici della clinica di Mayo affermano che i livelli di estrogeni in declino durante la menopausa e la menopausa possono portare ad un aumento del colesterolo LDL, comunemente chiamato “cattivo” colesterolo. Questo aumento del colesterolo cattivo e la diminuzione contemporanea del colesterolo HDL, o del “buon” colesterolo, aumenta il rischio di malattie cardiache. L’estrogeno sembra avere un effetto protettivo sulla vascolarizzazione del corpo contro le malattie. L’estrogeno stimola il rilascio dell’ossido nitrico e diminuisce la contrazione delle cellule muscolari lisce. Questa relazione sembra ridurre il rischio di alta pressione sanguigna e livelli di colesterolo elevati, mentre i livelli di estrogeni rimangono elevati durante gli anni di gravidanza di una donna.

Una volta che una donna raggiunge la perimenopausa o la menopausa, l’American Heart Association afferma che alcune donne beneficiano della terapia ormonale postmenopausa per curare l’osteoporosi e altre condizioni mediche. Tuttavia, non raccomandano l’uso esclusivo per prevenire la malattia cardiovascolare. La supplementazione con l’estrogeno dopo la menopausa non sembra offrire un rischio ridotto di malattie cardiovascolari e ictus. Nelle donne con storia personale o storia familiare di tumori endocrini, come il cancro al seno, la supplementazione aumenta il rischio di sviluppare il cancro. Al contrario, l’American Heart Association raccomanda la terapia farmacologica che riduce il colesterolo per le donne a maggior rischio di malattie cardiache, in combinazione con cambiamenti di stile di vita e cambiamenti dietetici, nonché la gestione del peso, l’attività fisica e la cessazione del fumo.

Che cosa è l’estrogeno?

Alti livelli di colesterolo

Relazione tra estrogeni e colesterolo

Dopo che la protezione degli estrogeni si svanisce