Squilibrio elettrolitico e magnesio

Gli elettroliti si riferiscono a minerali nel corpo che hanno una carica elettrica. Calcio, magnesio, potassio, cloruro e sodio sono alcuni degli elettroliti più comuni. La salute ottimale richiede un equilibrio di elettroliti nel sangue e nei tessuti. I reni hanno un ruolo importante nel mantenere questo equilibrio. I livelli inadeguati di uno di questi minerali, compreso il magnesio, possono causare sintomi lievi o gravi.

Per mantenere un adeguato livello di elettroliti nel tuo corpo, le quantità nel tuo sangue devono cadere entro un livello normale. La gamma adulta normale è di 4,4 a 5,5 mEq / L di calcio, da 97 a 107 mEq / L di cloruro, da 3,5 a 5,3 mEq / L di potassio, da 1,5 a 2,5 mEq / L di magnesio e da 136 a 145 mEq / L di sodio. MEq / L equivale a milliequivalenti per litro. Troppo o troppo poco di uno di questi minerali nel flusso sanguigno riflette uno squilibrio elettrolitico all’interno del corpo.

La perdita eccessiva di liquidi corporei è la causa più comune di squilibrio elettrolitico. Sudorazione prolungata, diarrea o vomito può aumentare il rischio di sviluppare uno squilibrio elettrolitico. Uno squilibrio può causare una serie di sintomi, tra cui spasmo muscolare, letargia, contusioni, intorpidimento e debolezza. Gli effetti collaterali più gravi includono convulsioni, disturbi del sistema nervoso e disturbi ossee.

Ogni organo del corpo richiede il magnesio. Questa sostanza nutriente aiuta a regolare i livelli di altri minerali, come il calcio, il potassio, lo zinco e il rame. Gli alimenti che alimentano il magnesio includono verdure verdi, noci e cereali integrali. Calcio e magnesio competono tra loro per l’assorbimento. Troppo il magnesio può limitare l’assorbimento del calcio, rendendo importante mantenere i livelli ottimali di entrambi questi nutrienti. La raccomandazione quotidiana di magnesio per maschi adulti è di 270-400 mg al giorno, mentre le femmine adulte dovrebbero consumare da 280 a 300 mg al giorno. I reni hanno un ruolo importante nella regolazione dei livelli di magnesio, mentre il tuo intestino è responsabile dell’assorbimento del magnesio da alimenti ingeriti o integratori.

L’ipomagnesemia è uno squilibrio elettrolitico che si verifica quando i livelli sierici di magnesio misurano meno di 1,5 mEq / L e l’ipergestemia comporta livelli superiori a 2,5 mEq / L. L’ipomagnesemia è un tipo di squilibrio elettrolitico che spesso è il risultato della malnutrizione. Gli individui con cattive diete, come gli alcolisti, possono essere inclini a questo tipo di squilibrio elettrolitico. L’ipermagnesemia è meno comune e di solito si verifica a causa della disfunzione renale.

Equilibrio elettrolitico

Rischi di squilibrio

Magnesio

Livelli di magnesio