Il caffè nero influenza lo zucchero nel sangue?

Il caffè nero può influenzare il tuo zucchero nel sangue, causando l’aumento. Per alcune persone, soprattutto diabetiche, questo può essere un vero problema. Controllare il tuo zucchero nel sangue può significare che devi ridurre l’assunzione di caffè. Ma se questo effetto è visto nelle persone con diabete, ci sono prove che suggerisce che bere il caffè può contribuire a ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Effetto nei diabetici

Uno studio pubblicato in “Diabetes Care” nel 2007 ha esaminato gli effetti del caffè nero sui livelli di glucosio nel sangue. Dieci individui con diabete di tipo 2 ben controllato, che abitualmente bevevano caffè, ricevevano una capsula da ca. 500 mg di caffeina o un placebo. Quelli che assumevano la caffeina avevano livelli più alti di glucosio e livelli superiori di glucosio postprandiale rispetto ai partecipanti al controllo. I ricercatori dicono che il meccanismo dietro i livelli di caffeina e di glucosio può implicare la regolazione ormonale dell’assorbimento. Esse suggeriscono che la presenza di caffeina aumenta l’epinefrina ormonale, che riduce il metabolismo del glucosio. Un’altra speculazione riguarda il controllo della regolazione del cervello di assorbimento di glucosio – la caffeina colpisce alcuni recettori all’interno del cervello che potrebbero inibire la clearance di glucosio nelle cellule.

Effetto nei non-diabetici

L’assunzione di caffeina può aiutare a prevenire lo sviluppo del diabete di tipo 2, spiega Science Daily. Le persone senza diabete sono in grado di compensare l’aumento del glucosio attraverso la produzione di insulina supplementare. L’insulina è l’ormone che guida la clearance del glucosio e il corpo ha bisogno solo di pompare un po ‘di più per prendersi cura degli effetti della caffeina sulla glicemia.

importi

Un bevitore abituale del caffè potrebbe chiedersi quanta caffeina causerà un effetto. Circa 250 mg di caffeina quotidiana può causare la rottura del glucosio nel sangue. Questo è l’equivalente di 2 a 2,5 tazze di caffè nero al giorno. Se hai bisogno di ridurre l’impatto che il caffè nero ha sulla tua glicemia, ridurre il tuo assunzione giornaliera.

Possibile effetto preventivo

Se non hai il diabete, il caffè nero può essere utile per prevenire questa condizione cronica, secondo uno studio del 2011 di UCLA. I ricercatori hanno identificato un legame tra il consumo di caffè e la quantità di globulina legante dell’ormone sessuale, SHBG, nel sangue. Le persone con basse quantità di SHBG nel flusso sanguigno hanno maggiori probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2. Bere caffè caffeinato influenza i livelli di SHBG nel sangue. I ricercatori hanno studiato 359 diabetici di nuova diagnosi e 359 soggetti non diabetici per analizzare le abitudini alimentari del caffè e livelli di SHBG. I soggetti che hanno bevuto almeno quattro tazze di caffè al giorno avevano livelli più alti di SHBG e sono stati meno del 56 per cento per essere diagnosticati con diabete.