Cibi o erbe che contengono estrogeno e progesterone

L’estrogeno e il progesterone sono ormoni che svolgono un ruolo nella riproduzione. Mentre gli uomini fanno una piccola quantità di questi ormoni, sono più comunemente pensati come ormoni femminili. Alcuni alimenti e erbe contengono sostanze simili a estrogeni e progesterone, e gli scienziati hanno scoperto una pianta che contiene progesterone. Gli ormoni della pianta possono offrire un’opzione più sicura per la terapia sostitutiva ormonale. Gli ormoni sintetici hanno un certo numero di effetti collaterali e rischi, come il cancro al seno. Prima di utilizzare cibo o erbe per un bene terapeutico, ottenere il permesso dal medico.

Nell’edizione del marzo 2010 del “Journal of Natural Products”, gli scienziati hanno riferito, per la prima volta, che avevano scoperto la presenza di progesterone in una pianta. I ricercatori dicono di aver trovato una prova definitiva che le foglie dell’albero di noce inglese contengono progesterone. Si è creduto in precedenza che solo gli animali producono progesterone, quindi la ricerca è significativa, scrive gli autori. Foglia di noce inglese, o Juglans regia, foglie di estratto e secche sono disponibili presso i negozi di erbe e on-line. È possibile fare il tè utilizzando le foglie secche o prendere una preparazione commerciale estratto. Evitare di confondere con la noce nera, o Juglans nigra.

I cibi di soia sono la fonte più ricca di una classe fitoestrogenica chiamata isoflavoni, e la soia di consumo può offrire benefici per la salute. Il consumo di soia nelle popolazioni asiatiche è legato ad un minore rischio di tumori dipendenti da ormoni e di fastidiosi sintomi di menopausa, secondo Tulane University. Inoltre, mangiare meno di 90 milligrammi al giorno può proteggere la salute delle ossa, secondo il Linus Pauling Institute. Un serving di soia da 100 grammi contiene circa 103 milligrammi di fitoestrogeni, secondo “Phytoestrogens in alimenti funzionali”. Le semi di lino sono la fonte più ricca di sostanze che si convertono in lignani, un’altra classe di fitoestrogeni. Un serving da 100 grammi contiene circa 379 milligrammi di fitoestrogeni, secondo “Phytoestrogens In Foods Functional”. La maggior parte delle ricerche si è concentrata sugli isoflavoni di soia, per cui gli scienziati non sanno ancora se i leganti abbiano benefici, come la protezione contro l’osteoporosi e i tumori connessi all’ormone: diversi altri alimenti contengono fitoestrogeni, ma gli importi sono troppo piccoli per avere un effetto terapeutico .

Vari alimenti nella vostra dieta contengono una sostanza simile al progesterone chiamata kaempferol. Secondo un articolo dell’edizione di Aprile 2011 di “Mini Review in Chimica Medicinale”, kaempferol ha attività antiinfiammatorie, antiossidanti e antimicrobiche. Gli alimenti contenenti kaempferolo, scrivono gli autori, sono legati ad un minore rischio di cancro e malattie cardiache. Il broccolo, il cavolo, il cavolo, i fagioli e le erbe come il ginkgo biloba, la cavalluccio, il fiore di tiglio, Moringa oleifera e il propoli contengono kaempferolo. Gli scienziati hanno confermato l’attività progestinica di kaempferolo in uno studio sugli animali riportato nell’edizione del luglio 2014 del “Journal of Steroids and Hormonal Science”.

Ci sono notevoli confusioni e dibattiti che circondano i potenziali rischi degli ormoni vegetali. In particolare, vi è preoccupazione per quanto riguarda se i fitoestrogeni dietetici siano al sicuro per i pazienti affetti da tumore al seno o per i superstiti, in quanto la maggior parte dei tumori al seno è estrogeno-dipendente: è dimostrato che la supplementazione alimentare a breve termine provoca la crescita cellulare nelle donne in premenopausa con il seno esistente Tumori, secondo uno studio che compare nell’edizione del dicembre 2006 della rivista della Società per l’Endocrinologia. Tuttavia, vi è la prova di un ruolo protettivo nelle donne che non hanno il cancro al seno. Sono necessari ulteriori studi, per cui è meglio sbagliare dal lato della cautela. Nonostante le voci al contrario, non sembra che ci siano prove che i fitoestrogeni siano dannosi per la salute maschile. Infatti, consumare la soia può ridurre il rischio di cancro alla prostata, secondo il Comitato dei medici per la medicina responsabile.

Foglia di noce inglese contiene progesterone

Fonti più ricche di estrogeni vegetali

Piante con sostanze di progesterone

Rischi potenziali per la salute