Dieta per la digestione lenta

La digestione è una delle funzioni più importanti del tuo corpo e quella che dovrebbe verificarsi senza la coscienza consapevole del suo funzionamento di routine. Tuttavia, quando la digestione non funziona correttamente, c’è motivo di preoccupazione. La costipazione – soprattutto la stipsi cronica – può portare ad una serie di problemi che includono stanchezza, sensibilità alimentare, gonfiore, emicranie, alito cattivo, malassorbimento nutrizionale e malattie. La cattiva digestione non è normale e non dovresti accettarla come tale. Una persona sana dovrebbe escreti i rifiuti almeno una volta al giorno.

Cause di un sistema digestivo lento

Diverse cose possono causare una digestione lenta, ad esempio mangiare cibi trasformati, avere troppo stress e fare troppo poco esercizio. Se la vostra dieta è bassa negli alimenti vegetali e nell’acqua vegetale o se consumate molti cibi spazzatura e molta carne e latticini, questi possono rallentare la digestione. Oppure, se si ottiene un esercizio fisico inadeguato e ha livelli elevati di stress, mangia a periodi irregolari, prende i supplementi di ferro, antidolorifici e antidepressivi o se sei incinta – possono anche causare una digestione lenta.

Buona, Buona, Buona … Buona Idratazione

Inizia la giornata con una tazza di acqua calda e il succo di un quarto a metà del limone. Il succo di limone stimola il fegato per produrre la bile, necessaria per una digestione efficiente. Un cucchiaio di aceto di sidro di mele o alcuni cucchiaini da tè presi durante il giorno possono anche fare miracoli. Entrambi attivano succhi digestivi, che prepara il corpo per l’assunzione di cibo e aiuta a rompere e sciacquare i rifiuti indesiderati che si sono accumulati nel tratto digestivo. L’acqua è necessaria per sciacquare l’intestino, per ammorbidire lo sgabello e per prevenire la stitichezza.

Alimenti vegetali non trasformati

La fibra si trova negli alimenti vegetali, come verdure, frutta, fagioli, lenticchie, cereali integrali, noci e semi. La fibra solubile ammorbidisce le feci mentre la fibra insolubile aggiunge massa, stimola le contrazioni dell’intestino e aiuta il cibo a passare attraverso l’intestino. Il cibo più raffinato o trasformato diventa, meno fibra che contiene. Una grande quantità di fibre si trova nelle pelli e nelle bucce degli alimenti. Bere molta acqua, insieme ai vostri alimenti fibrosi per prevenire crampi e gas, e aiutarli a muoversi attraverso il tratto digestivo.

Pasto e regolarità

Mescolare bene il cibo, in quanto la digestione inizia in bocca con le ghiandole salivari. Quanto più lavoro è fatto in bocca, tanto meno è richiesto lo stomaco. Tenta di programmare i pasti attorno allo stesso tempo ogni giorno e godeteli in un ambiente rilassato e confortevole. Impedire l’eccesso di eccesso mangiando porzioni di dimensioni sensibili, mangiando consapevolmente e seguendo la regola dell’80%. Smettere di mangiare quando si sente l’80 per cento pieno, piuttosto che quando si raggiunge il punto di essere ripieni inaspettatamente. Ottenere il riposo di buona qualità è importante anche perché gran parte della digestione avviene durante il sonno.

Evitare la carne, l’alcol, gli alimenti trasformati, gli alimenti grassi e fritti, che rallentano il metabolismo, come il latte, il formaggio e il gelato. Gli alimenti che aiutano la digestione sono probiotici per stabilire e ricostituire i batteri utili per il budello, che includono mele, avocado, asparagi, sedano, frutti di bosco, fichi, carciofi, verdi di foglie scure, barbabietole, cavoli di Bruxelles, fagioli, avena e riso bruno. Aglio, zenzero, camomilla, finocchio, prezzemolo, coriandolo, cumino, curcuma e peperoncino macinato sono erbe e spezie utili. È anche possibile utilizzare aloe, olio di ricino, semi di semi di lino e chia per aiutare la digestione. Generalmente, si dovrebbe evitare la caffeina, ma se si beve occasionalmente, può stimolare l’intestino e ottenere le cose in movimento.

Gli alimenti da aumentare e gli alimenti da evitare