Il succo di carota riduce il colesterolo LDL?

Il succo di carota contiene una notevole quantità di vitamina C e beta-carotene. Ha anche più fibre di quanto si possa aspettare da un succo. La ricerca preliminare dimostra che le due vitamine possono aiutare a ridurre il colesterolo e la fibra è nota per avere un ruolo benefico. Uno studio collega il succo di carota per abbassare il rischio di malattia coronarica, ma la ricerca finora non ha direttamente collegato il succo di carota al basso livello di colesterolo LDL.

La fibra solubile combatte il colesterolo

La fibra in una carota è circa la metà del tipo solubile e la metà del tipo insolubile. La fibra solubile si lega col colesterolo, quindi lo esegue dal sistema, che aiuta a abbassare il colesterolo noto come LDL o lipoproteina a bassa densità. Il colesterolo LDL è conosciuto come il colesterolo cattivo perché è il tipo che può attaccarsi alle arterie, creare un blocco e portare ad un attacco di cuore o ictus. Una tazza di succo di carota in scatola ha 2 grammi di fibra totale, che è la stessa quantità che si ottiene da mangiare una grande carota. Le donne dovrebbero consumare ogni giorno 25 grammi di fibre, mentre gli uomini hanno bisogno di 38 grammi.

Vitamina C e colesterolo

La vitamina C può aiutare a metabolizzare il colesterolo negli acidi biliari, il che è il modo principale per eliminare il colesterolo. Ma la ricerca sulla sua capacità di abbassare il colesterolo LDL ha prodotto risultati misti, per cui sono necessari ulteriori studi per determinarne l’efficacia. I ricercatori hanno scoperto che dosi elevate di vitamina C supplementare hanno causato una significativa diminuzione dei livelli di sangue del colesterolo LDL, secondo una revisione della ricerca esistente nel “Journal of Chiropractic Medicine” nel giugno 2008. Non avrai una mega dose di vitamina C dal succo di carota, ma 1 tazza ancora fornisce il 34 per cento del valore giornaliero.

Beta-Carotene può ridurre il colesterolo

Il succo di carota ha circa quattro volte più beta-carotene di una carota. Il beta-carotene è un antiossidante e un’importante fonte di vitamina A perché il tuo corpo lo trasforma in forma di vitamina A che mantiene gli occhi e la pelle in buona salute. Una tazza di succo di carota fornisce il 45 per cento del valore giornaliero per la vitamina A. Mentre sono necessarie ulteriori ricerche nelle persone per determinare il suo potenziale per ridurre il colesterolo LDL, gli studi di laboratorio mostrano promessa. Quando i ratti sono stati alimentati integratori beta-carotene, il loro colesterolo totale è sceso, secondo uno studio del “Journal of Physiology and Biochemistry” nel dicembre 2013.

Il succo di carota impedisce la malattia cardiovascolare

Mentre il colesterolo LDL circola nel flusso sanguigno, le molecole reattive note come radicali liberi possono ossidare o rompere la copertura esterna della lipoproteina. Il colesterolo LDL danneggiato contribuisce in modo significativo all’indurimento delle arterie, o aterosclerosi, riporta la pagina di Biochimica Medica. Gli antiossidanti nel succo di carota possono ridurre il rischio di malattie cardiovascolari prevenendo l’ossidazione dei grassi, secondo uno studio del numero di settembre 2011 del “Journal di nutrizione”.

Il succo di carota è una scelta sana perché una tazza di succo fornisce la maggior parte delle medesime sostanze nutritive, come potrai mangiare 5 tazze di carote crude tritate, afferma Stanford Medicine. Oltre alle vitamine A e C, 1 tazza di succo di carota fornisce il 5 per cento del valore giornaliero per il potassio, il 26 per cento della vitamina B-6 e il 46 per cento della vitamina K. Questi valori quotidiani sono basati sul consumo di 2.000 calorie al giorno.

Altri nutrienti nel succo di carota