Avvertenze sulla sicurezza alimentare sui menu del ristorante

La soddisfazione dei consumatori è la chiave del successo del ristorante. Per mantenere la soddisfazione del cliente, i ristoranti devono essere in grado di servire gli alimenti che i clienti vogliono mangiare, anche se significa dover servire cibi crudi o non cotti ai clienti come richiesto. Quando i clienti ordinano di cibi crudi o non cotti, spesso non sono consapevoli che quei cibi apparentemente innocui potrebbero avere un grave impatto sulla loro salute.

Attenzione Clienti

Il codice alimentare 2009 del Food and Drug Administration americano consente agli stabilimenti di ristorazione di servire cibi crudi o non cotti a richiesta di un cliente a condizione che il cliente sia informato sui rischi associati al consumo di cibi non cotti e il cliente non fa parte di un gruppo ad alto rischio . Al fine di educare i clienti sui rischi associati all’uso di cibi crudi e non cotti, il codice alimentare richiede a tutti i ristoranti che vendono prodotti animali crudi o non cotti per inviare un avviso di cibo grezzo per i clienti. Questo avvertimento è spesso visto come un segno postale nei ristoranti fast food o self-service o, più comunemente, come una dichiarazione scritta in fondo a un menu del ristorante.

Capire l’avviso

L’avviso del consumatore chiaramente afferma: “Consumare carni crude o non cotte, pollame, frutti di mare, molluschi o uova possono aumentare il rischio di malattie alimentari”. I clienti devono essere consapevoli dei rischi connessi al consumo di cibi crudi o non cotti. Tutti i prodotti animali contengono un certo livello di batteri. Sia che questi batteri siano il tipo che causa la malattia o meno, potrebbe significare la differenza tra un pasto sicuro e uno pericoloso.

pericoli

I centri per il controllo e la prevenzione delle malattie definiscono una malattia alimentare, più comunemente conosciuta come l’avvelenamento alimentare, come malattia causata da consumi di alimenti contaminati o bevande. Le più comuni malattie alimentari sono tipicamente il risultato di E. coli O157: H7, contaminazione da salmonella o listeria nei prodotti alimentari. Quando il cibo non viene manipolato o cotto correttamente, il cibo diventa un campo di allevamento supplecante per i batteri a crescere, mettendo a rischio i clienti insospettiti. Secondo il codice alimentare, l’unico modo per uccidere i batteri che causano malattie negli alimenti è quello di cucinare i cibi in modo che raggiungano e mantengano rapidamente la temperatura interna raccomandata per, nella maggior parte dei casi, 15 secondi – 145 F per uova, 155 F per pesce e carni meccanicamente tenero e iniettato, e 165 F per pollame, carne ripiena, pasta ripiena e ripieno che contiene prodotti a base di carne.

Chi è a rischio

Mentre chiunque può sviluppare una malattia alimentare, coloro che sono molto giovani o molto vecchi, in gravidanza o hanno compromesso i sistemi immunitari a causa di malattie sono a un rischio maggiore di ammalarsi. I sintomi di una malattia proveniente dall’alimentazione alimentare da vicino rispecchiano quelli dell’influenza, causando molte persone a pensare di avere avvelenamento alimentare quando, infatti, hanno l’influenza. I sintomi di una vera malattia proveniente da cibo possono richiedere diverse ore a diversi giorni per apparire dopo aver consumato un prodotto alimentare contaminato. I sintomi più comuni associati a una malattia alimentare sono la febbre, la nausea, il vomito, la disidratazione, la diarrea – a volte sanguinosi, gravi crampi allo stomaco e, in casi estremi, la morte. Mentre la maggior parte dei casi di avvelenamento alimentare chiarisce da soli, il CDC raccomanda che se i sintomi durano più di tre giorni o si verificano vomito prolungato impedendo di tenere i liquidi in discesa, punta una febbre superiore a 101.5 F o trovare sangue nelle feci, Si richiede un trattamento medico immediato.

In qualità di cliente del ristorante, considerare attentamente i rischi associati al consumo di cibi crudi o non cotti e chi si affida a preparare il pasto. I rapporti di ispezione sanitaria locale possono essere uno strumento utile per decidere se è sicuro consumare cibi undercook in un ristorante particolare, come i rapporti identificare se il ristorante prepara e serve alimenti in modo sicuro. Questi rapporti sono pubblici e possono essere ottenuti contattando il tuo ufficio sanitario locale. L’avviso di sicurezza alimentare sul menu è destinato a avvisare i potenziali pericoli associati al consumo di alimenti crudi e non cotti, per non prendere una decisione per te. In ultima analisi siete responsabili della selezione del menu. Per ulteriori informazioni sul rischio di sviluppare una malattia alimentare o consumare prodotti crudi o non cotta, contattare un medico o il dipartimento sanitario locale.

Come proteggersi