Benefici per la salute e rischi di carbone attivo

Il carbone è stato usato nella medicina poiché gli antichi egiziani lo hanno usato per assorbire l’odore delle ferite marciate, afferma Drugs.com. Utile per la sua capacità di assorbire le impurità, il carbone attivo svolge un ruolo importante nel filtrare l’acqua potabile e nel trattamento di avvelenamento acuto. Il carbone attivo, conosciuto anche come carbone da medicinali, è una polvere soffice, fine, nera, inodore e insapore senza materiale grintoso.

In caso di emergenza, il carbone attivo può essere usato per trattare determinati tipi di avvelenamento, secondo MayoClinic.com. Essendo estremamente assorbente, il carbone attivo aiuta ad impedire che il veleno sia assorbito dallo stomaco e passato nel corpo. In caso di avvelenamento grave, possono essere necessarie diverse dosi di carbone attivo per trattare la vittima. Il carbone attivo non è efficace contro i veleni che sono agenti corrosivi come la lozu, acidi forti, ferro, acido borico, litio e alcoli. Inoltre, il carbone non dovrebbe essere utilizzato per contrastare i prodotti petroliferi come il fluido di appoggio, l’olio di carbone, l’olio combustibile, la benzina, il petrolio e la vernice perché il carbone non impedirà che queste sostanze siano assorbite nel corpo.

Effetti collaterali comuni di carbone attivo includono nausea, vomito e costipazione, afferma Drugs.com. Altri effetti indesiderati includono l’ostruzione intestinale, sgabello nero e un gusto simile al gesso sono stati segnalati. Circa il 20 per cento dei pazienti sperimenta vomito circa 10 minuti dopo l’assunzione di carbone attivo. Un caso riferisce che un paziente ha sviluppato un bezoar o una massa nella sua piccola intestino che ha causato un’ostruzione dopo la somministrazione di 30-60 g di carbone attivo attraverso il tubo nasogastrico ogni quattro-sei ore per cinque giorni.

Il carbone attivo viene utilizzato solo per trattare alcuni casi di avvelenamento. Le dosi correnti variano da paziente a paziente e non è necessario modificare il dosaggio a meno che il medico non lo dichiari di farlo. La forma in polvere di carbone attivo viene considerata come una miscela della polvere e dell’acqua con la quantità di polvere dipendente dall’età del paziente. Per gli adulti e gli adolescenti, un trattamento con singola dose è generalmente da 25 a 100 g, MayoClinic, com. Per i bambini da 1 a 12 anni, la dose è generalmente da 25 a 50 g o la dose può essere basata sul peso corporeo, tipicamente da 0,5 a 1 g per kg. Per i bambini fino a un anno, la dose è di solito da 10 a 26 g.

Il carbone attivo è costituito da leghe di legno o vegetali ossidate a temperature estremamente elevate e poi trattate con varie sostanze come l’anidride carbonica, l’ossigeno, l’aria, il vapore, l’acido solforico, il cloruro di zinco o l’acido fosforico o una combinazione di questi per aumentare la Proprietà adsorbenti del carbone, dice Drugs.com. Questi materiali servono a rimuovere le impurità e ridurre la dimensione delle particelle di carbonio, aumentando così la superficie e, di conseguenza, consentendo un maggiore assorbimento. Un ml di carbone medicinale che è stato suddiviso e attivato ha una superficie totale di circa 1.000 mq.

Benefici

Effetti collaterali

Uso corretto

Produzione di carbone attivo