Esercizi e trattamenti per spurs osseo del collo

Gli speroni dell’osso possono letteralmente diventare un “dolore al collo”. Le condizioni come la cattiva postura e l’artrite possono portare alla formazione di ossei sui margini delle ossa, dei legamenti e delle articolazioni. Gli speroni delle ossa si sviluppano gradualmente nel tempo, causando infine dolore e limitando il movimento del collo. Il trattamento per gli speroni ossei del collo si concentra sul alleviare il dolore e indebolire i muscoli tesi. A seconda dei sintomi, un medico può consigliarvi sul modo migliore per affrontare la condizione.

Sintomi

Le malattie degenerative, l’attrito tra articolazioni e la sovrapposizione compensativa naturale dell’osso provocano tutte le ossa ossee o gli osteofiti. Gli speroni dell’osso non sono sempre dolorosi, ma la loro presenza può esercitare pressioni sui nervi circostanti, sulle vene, sulle articolazioni e sui muscoli. Di conseguenza, gli individui affetti da spuri ossee possono sperimentare spasmi muscolari, bruciando o irradiando dolore, intorpidimento e altri sintomi, secondo il Cedars-Sinai Medical Center. Gli osteofiti del collo sono noti anche per causare perdita di movimento e per prevenire la respirazione normale o la deglutizione, sottolinea la Clinica Mayo.

medicazione

Minori dolori e dolori provenienti dagli speroni ossee possono essere trattati con riposo e over-the-counter farmaci infiammatori. Il medico può prescrivere altri farmaci per individuare sintomi specifici, come i rilassanti muscolari per il trattamento di spasmi. Iniezioni di cortisone o farmaci simili steroidei sono talvolta necessari per alleviare il dolore e l’intorpidimento dei nervi pizzicati e delle articolazioni rigide. In tutte le fasi della riabilitazione, i farmaci da prescrizione possono essere accompagnati da rimedi domestici, compresi i pacchetti caldi o freddi e il massaggio terapeutico.

Fisioterapia

La chirurgia viene raramente utilizzata per trattare gli spasmi delle ossa del collo. I medici tipicamente raccomandano un programma di terapia per aiutare a ripristinare la forza e la flessibilità per indebolire articolazioni e muscoli. I movimenti di rafforzamento del nucleo, come gli allenamenti cervicali e gli esercizi di postura, sono componenti comuni dei programmi di terapia, secondo l’American Academy of Orthopedic Surgeons. La trazione cervicale comporta l’utilizzo di un appendino speciale per creare resistenza al collo e stimolare i muscoli danneggiati.

Esercizi di rotazione

Anche nelle prime fasi del trattamento, il movimento occasionale è vantaggioso per prevenire la perdita di forza muscolare e congiunta. Inizia spostando o ruotando la testa in direzioni che causano poca o nessuna dolore, raccomanda l’Università di Maryland Medical Center. Stirate i muscoli del collo inclinando la testa in avanti e indietro e poi a fianco a fianco verso le spalle. Mentre sviluppi una maggiore gamma di moto, praticate la rotazione del lato della testa a partire da una posizione centrale. Mantenere la testa dritta e utilizzare movimenti lenti durante gli esercizi. Mentre si muove il collo, metti in pausa per tenere ogni posizione per qualche istante. Eseguire da 5 a 10 ripetizioni di ogni esercizio 3 volte al giorno.

Esercizi di resistenza

Oltre alla trazione cervicale, è possibile eseguire altri esercizi manuali di resistenza. Inizia posizionando la tua mano sul lato della testa. Tenendo la tua mano ferma, crea resistenza spingendo la testa verso la spalla come se tentassi un esercizio di titolazione. Tenere questa posizione per cinque secondi prima di rilassarsi e ripetere il movimento. Lo stesso esercizio può essere utilizzato per creare resistenza in altre aree del collo, ponendo le mani sul retro o sulla parte anteriore della testa. Se possibile, eseguire cinque volte a 10 ripetizioni per ogni esercizio tre volte al giorno.