Squilibrio elettrolitico e ustioni

Lo squilibrio elettrolitico può essere una grave complicazione provata dalle vittime della bruciatura. Secondo l’edizione del dicembre 2000 di “Annals of Burns and Fire Disasters”, l’assorbimento di liquidi e lo squilibrio di elettroliti devono essere monitorati nelle vittime di ustioni. A causa della grave natura di questa situazione, può essere richiesto un ospedalizzazione.

Sintomi

Gli squilibri dell’elettrolito devono essere gestiti da un medico immediatamente dopo le ustioni e fino a quando la condizione del paziente si stabilizza. Lo squilibrio elettrolitico che si verifica dopo ustioni può creare instabilità cardiaca. I sintomi possono includere debolezza muscolare, convulsioni, confusione, stanchezza, vomito, impulso indebolito, battito cardiaco irregolare e nausea.

tipi

I due tipi di squilibri elettrolitici che possono influenzare maggiormente le vittime di bruciore includono l’iponatria e l’ipercalemia. L’iperatria è un risultato di un ridotto sodio nel sangue dal tessuto distrutto causato da ustioni sul corpo. L’iperkalemia si verifica quando i livelli di potassio nel sangue sono superiori al normale. L’iperkalemia accade di bruciare le vittime a causa della distruzione di cellule e tessuti.

trattamenti

Durante il trattamento, i medici lavorano sulla normalizzazione degli elettroliti nel corpo. I liquidi IV sono più comunemente usati per sostituire la perdita di sodio nel sangue. Per curare l’aumento del potassio nel sangue, i medici possono prescrivere calcio, glucosio e insulina per via endovenosa. Il calcio tratta gli effetti sul cuore mentre il glucosio e l’insulina temporaneamente invertire gli effetti del potassio aumentato.

considerazioni

Diuretici – le pillole dell’acqua – sono un altro tipo di trattamento offerto per bruciare le vittime. I diuretici diluiscono la quantità di potassio nel sangue aumentando i livelli di sodio. La dialisi può essere eseguita anche per le vittime della bruciatura per ridurre i livelli di potassio.

avvertimento

Possono verificarsi gravi complicanze nelle vittime della brucioria che hanno subito degli squilibri di elettroliti. Ad esempio, nell’iponatria, un improvviso tuffo in sodio può causare il cervello a gonfiarsi e può portare a coma o alla morte. L’improvviso aumento del potassio quando un paziente è in hyperkalemia può portare ad un arresto cardiaco in qualsiasi momento. Altre complicazioni dell’ipercalemia includono aritmie, danni ai nervi e cambiamenti nel controllo muscolare.